Il Memorial Gianluca Giammarchi scalda i cuori anconetani

Tutto pronto per la due giorni del 23/24 Giugno allo Stadio Dorico dove sarà ricordato il giovane scomparso nel 2015. Calcio, musica, cibo e solidarietà nel ricordo di un amico indimenticato.

ANCONA – Tutto è pronto per la 2° Edizione del Memorial Gianluca Giammarchi. Il 23 e il 24 Giugno allo Stadio Dorico, con un torneo di Calcio a 7 il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Ospedale dei Bambini “G. Salesi” di Ancona, centinaia di sportivi e di ragazzi anconetani ricorderanno Gianluca Giammarchi, giovane scomparso nel 2015.

Con il ricordo ancora vivo, e tanta voglia di solidarietà, gli amici hanno deciso di onorare la sua memoria proprio come lui avrebbe voluto. Il calcio, la sua grandissima passione, unita allo stare insieme e al divertimento. Con un occhio a chi soffre, cercando di donargli tutto l’aiuto possibile. Al termine delle partite, la due giorni sarà conclusa da una grande festa comunitaria (le iscrizioni sono ancora possibili sulla pagina Facebook “Memorial Gianluca Giammarchi”) in cui tutti i partecipanti si ritroveranno per un grande momento di unione e partecipazione.

 

 

Per capire a che punto sono i preparativi abbiamo intervistato Matteo Pignocchi, grande amico di Gianluca tra i responsabili dell’associazione.

Ciao Matteo, con quale spirito nasce questa seconda edizione?
«Continuare le manifestazioni nel ricordo di Gianluca, scomparso il 17 Giugno di due anni fa. Ripetere la prima edizione che ha avuto un successo incredibile con tantissima gente presente a Vallemiano. Gli incassi e le donazioni ci hanno permesso di acquistare per il reparto di terapia intensiva del Salesi un macchinario che permette di fare importanti rilevazioni senza essere invasivi, e di questi siamo molto fieri. Quest’anno vogliamo ripeterci, lo faremo al Dorico appoggiandoci ad Ancona Olimpica e quindi ringrazio Gigi Bontempi e Paolino Giampaoli. Con Giallu nel cuore vogliamo fare del bene a tanti.»

Quali saranno le iniziative rilevanti?
«Innanzitutto per via della concentrazione in due giorni abbiamo dovuto ridurre a 12 il numero delle squadre partecipanti. Come detto sopra anche qui lo staff di Ancona Olimpica ci ha dato una grossa mano nell’organizzazione e non possiamo che ringraziarli. Grazie a Micol Mancini abbiamo realizzato anche le maglie ufficiali del Memorial per far sì che i presenti possano avere un ricordo perenne di Giallu e della manifestazione. Non mancherà la musica che sarà messa per noi da due amici come Alessio Miecchi e Leonardo Giorgetti e concluderemo la festa con la cena di Sabato prima di goderci tutti insieme le premiazioni. Sarà un bel momento»

Cosa vi auspicate in quei giorni?
«Speriamo di ripetere il successo dell’anno scorso, ci crediamo. Abbiamo terminato con anticipo le iscrizioni e possiamo attenderci una gran partecipazione di gente. Gianluca era molto conosciuto e in tanti ci hanno fatto sapere che saranno presenti. Sono passati solo due anni, sembra una vita, ma il suo ricordo è ancora vivo in noi. Sarà un modo per sentirlo lì in mezzo a noi come sempre»

Credo, da esterno, che Gianluca sarebbe stato orgoglioso di voi e di quello che state facendo. Il calcio mischiato all’allegria e alla solidarietà è il modo migliore per farlo sentire ancora tra voi?
«Si penso anche io che sarebbe stato orgoglioso. Il calcio era il suo sport ma è anche il miglior motivo d’aggregazione. Lo sport unisce e ricordarlo tutti insieme è più bello per noi e per lui. Invece che chiuderci in una stanza a chiederci il perché di tutto questo abbiamo da subito deciso di impegnarci in qualcosa di attivo, proprio per onorarlo tutti insieme come piaceva a lui. L’organizzazione di un evento non è semplice e ci spinge a dare il massimo e tener viva la fiamma di questo ricordo. E’ anche e soprattutto il modo di dare forza e far sentire la vicinanza a Giorgio, a Laura e Marco. Siamo orgogliosi di farlo e lo facciamo dando il massimo di noi stessi»

Ci sono dei ringraziamenti che ti senti di fare?
«All’organizzazione Ancona Olimpica per tutto l’aiuto che ci hanno fornito. Gigi Bontempi conosceva Gianluca l’ha fatto con il cuore in mano. Ringrazio inoltre le Patronesse del Salesi e tutte le organizzazioni che ci patrocinano. Un grazie sentito anche alla Nuova Folgore, società di Gianluca, per tutto l’aiuto che ci ha dato e un grazie anche a te e CentroPagina per la vicinanza mostrata alla manifestazione. Vi aspetto tutti il 23 e 24 al Dorico, per ricordare degnamente un fratello che non c’è più ma che è sempre con noi»

 

Fonte: CentroPagina.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *